Amanda Spratt operata dopo aver diagnosticato fibrosi all’arteria iliaca

Se sei interessato al ciclismo, visita il nostro blog. Vendi maglia ciclismo Bike Exchange sul nostro sito. Benvenuti a comprare vestiti da ciclismo economici.

Amanda Spratt (Team BikeExchange) non si è comportata bene in una stagione e alla fine è culminata nelle deludenti Olimpiadi di Tokyo. fibrosi interna.

Nonostante ora debba affrontare un intervento chirurgico in offseason e mesi di allenamento, la pilota australiana, medaglia d’argento e di bronzo ai Mondiali e due podi al Giro d’Italia, è felice di vedere che quasi un anno di sospetti e interrogativi finisce il suo .

Spratt ha dichiarato in una dichiarazione: “Sono molto lieto di ricevere la risposta”. “Per me stesso e per coloro che mi sono più vicini, hanno investito molto tempo ed energie per aiutarmi a fare del mio meglio. Bene. Partecipare alla competizione quest’anno è decisamente una lotta, non so perché non riesco a essere al meglio.

“Non c’è una progressione lineare in questa situazione. Puoi ancora avere dei bei momenti nei brutti giorni, ma per me, negli ultimi mesi, con il peggioramento delle mie condizioni, è difficile per me avere molti bei momenti. Giorni.

Spratt non è salita sul podio quest’anno in modo insolito. È una pilota che sa molto bene come affrontare le sfide negli eventi chiave. Questo è il motivo per cui è così sorprendente alle Olimpiadi di Tokyo. Sulla strada giusta, Il pilota ha fornito DNF.

“Ho partecipato alla competizione per così tanti anni”, ha detto il giocatore 34enne. “So di essere il tipo di pilota che si comporta bene nelle gare più dure. Quando tutti iniziano a stancarsi per il tour, io diventerò solo più forte. Questo è uno dei miei più grandi punti di forza. Ma quest’anno ho notato che non posso tornare indietro ogni giorno.

“La mia prestazione sta peggiorando sempre di più. Se entro nella fase finale della competizione, le mie gambe esploderanno per prime. Ho una brutta sensazione che non ho mai avuto prima. Alla fine, la corsa su strada delle Olimpiadi di Tokyo è il punto di svolta .

“In quella partita, le mie gambe erano fantastiche. Fino a quando non l’ho fatto. Non riuscivo nemmeno più a spingere i 200 watt. Questo è ovviamente un evento per cui mi sono allenato; l’obiettivo principale della stagione. Dopo le Olimpiadi è molto difficile fallire perché non riesco a capire cosa sia successo o perché.Sono orgoglioso della mia professionalità e copre ogni piccolo dettaglio. ”

Il Dr. Kevin Hernandez, un medico dell’Australian Cycling Team, ha quindi raccomandato a Spratt di controllare la fibrosi intra-arteriosa. A metà agosto, si è concluso che aveva la fibrosi intrailiaca e, se voleva continuare come ciclista professionista, l’unica opzione era l’intervento chirurgico.

“Questa è un’operazione importante che può comportare il rilascio dell’arteria e il bypass della parte ristretta con un innesto venoso”, ha affermato Steve Baynes, PhD del Team BikeExchange. “Questo richiede una riabilitazione postoperatoria molto attenta e ci vogliono dai cinque ai cinque minuti per recuperare . Formazione completa. Sei mesi.”

Spratt ha detto che sebbene sapesse che si trattava di un’operazione seria che richiedeva un lungo periodo di recupero, fortunatamente ha visto molti buoni esempi di piloti che si riprendevano con tutte le loro forze.

“Non devo trovare ispirazione per la mia attuale compagna di squadra Sarah Roy e l’ex compagna di squadra Anne Mick Van Floten, hanno tutte attraversato lo stesso processo che ho fatto io in questa offseason”, ha detto Spratt. “Ho parlato con entrambi e so che il loro aiuto e la loro guida mi gioveranno molto durante il periodo di recupero”.

La stagione 2020 non è la stagione di maggior successo per Spratt, ma è comprensibile che non solo la pandemia sia stata interrotta, ma si sia infortunata al Giro di Dorn in Italia prima di raggiungere un importante traguardo stagionale per i Mondiali.

pubblicizzare
Tuttavia, in particolare con la partenza di Annemiek van Vleuten da Movistar, è diventata la naturale successore del team leader e si prevede che avrà ampie opportunità nel 2021 per sfruttare le ottime prestazioni del 2018 e del 2019. Ora, si spera che quel momento appaia nella seconda metà del 2022 e del 2023.

“Nel 2018 e nel 2019, sento di aver iniziato a mostrare le mie vere capacità a me stesso e alle persone intorno a me”, ha detto Spratt. “Questo infortunio mi ha fatto capire che ho ancora molti traguardi che voglio raggiungere in questo sport. Non sono pronto a mollare. Ho visto che ci saranno molti grandi obiettivi nei prossimi anni. Tour de France e Wolong. I Gang World Championships sono due obiettivi realistici per me. Non vedo l’ora di partecipare con buone gambe agli Australian Summer Games nel 2023”.

Il nostro sito vende anche salopette ciclismo Bike Exchange. Siamo il negozio online da non perdere. Acquistare i nostri vestiti da ciclismo non ti deluderà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *